enfrit

Parco Archeologico Montessu, una grandiosa necropoli

Area Archeologica Montessu

Area Archeologica Montessu

Montessu è una grandiosa necropoli di domus de janas che si estende per oltre 1Km su un tavolato trachitico alle pendici meridionali del rilievo Sa Pranedda, nel comune di Villaperuccio.

Le domus de janas (case delle fate) sono le tipiche groticelle artificiali scavate nella roccia, che venivano utilizzate come sepoltura in epoca prenuragica. Successivamente sono state interpretate dalla popolazione locale come luoghi fatati, abitati da esseri magici.

Quelle di Montessu sono tra le più importanti dell’ isola e il complesso conserva una quarantina di tombe formate da uno o più ambienti: alcune di esse vengono definite Tombe Santuario perchè formate da un insieme di sale più articolato. Spesso sono presenti sulle pareti decorazioni graffite o dipinte con motivi a spirale, festoni, corna di toro e figurine della dea madre.

I simboli rappresentati fanno riferimento all’antica religione di tipo fertilistico caratterizzata dalla presenza del principio sacro femminile e maschile. Le domus inoltre dovevano accogliere il defunto nella sua nuova vita e per questo cercano di riprodurre l’ambiente domestico, come a voler creare una nuova casa: si trovano così false porte e finestre, colonne e focolari centrali.

Affianco al corpo venivano deposti gli oggetti di corredo tra cui vasi, armi, pesi da telaio: i corredi trovati a Montessu sono oggi conservati al Museo Civico di Santadi. La necropoli è stata realizzata tra il Neolitico Recente e il 1600 a.C., ma il suo utilizzo continua in epoca romana e medievale.

Come arrivare

 

Il parco archeologico dista pochi chilometri da Villaperuccio, si lascia la macchina al parcheggio e si prosegue a piedi lungo un sentiero ben tracciato. L’ingresso è a pagamento ed è possibile fare la visita guidata.