enfrit

Il Castello giudicale, monumento per eccellenza

Il Castello giudicale

Il Castello giudicale di Sanluri

Il monumento per eccellenza da non perdere a Sanluri è il castello d’epoca giudicale, detto di Eleonora d’Arborea. Non si sa tuttora se mai avvenne il soggiorno della giudicessa arborense al suo interno.

Si trova all’interno del centro abitato, nella parte nord est del centro storico. L’edificio, costruito tra il XIII ed il XIV secolo, vanta il primato di essere l’unico castello medievale in Sardegna ancora abitabile. Alla metà del Trecento, in occasione della pace tra gli Aragonesi e il regno d’Arborea, fu ampliato per volere di Pietro IV d’Aragona.

Vista la sua posizione di confine tra Cagliari (Giudicato di Cagliari) e Oristano (Giudicato di Arborea), durante tutto il periodo giudicale fu teatro di importanti avvenimenti storici. Nel 1409 si combatté qui la battaglia che segnò la caduta del giudicato di Arborea ad opera degli Aragonesi.

Successivamente la fortezza venne trasformata in un borgo e il castello divenne la sede feudale del visconte di Sanluri. L’edificio venne lasciato cadere in abbandono a partire 1839, con la soppressione del feudo. Nel XX secolo venne finalmente ristrutturato dal nuovo proprietario, il generale Villasanta. Oggi il castello, di forma quadrangolare e munito di semi-torrette merlate agli angoli, ospita al suo interno il museo Risorgimentale “Duca d’Aosta” e una collezione di cere realizzate tra il ‘500 e l’800. Entrando si accede alla corte d’onore dove si trovano le scale che portano al piano nobile. È possibile visitare anche le stanze e le torri del castello. Sono presenti gli arredi dell’epoca.