enfrit

Il culto nella regione della Trexenta

Martirio di San Bartolomeo

Martirio di San Bartolomeo

Santi Bartolomeo e Filomena: i fedeli di Ortacesus festeggiano i due santi il 24 agosto, nella chiesa campestre dedicata a San Bartolomeo che si trova nel sito in cui fu costruito il primo centro abitato, prima di essere decimato da una terribile pestilenza nel XVII secolo. La tradizione fu tramandata dai pochi sopravvissuti.

Santa Maria di Monserrato: l’8 settembre i fedeli di Siurgus Donigala rinnovano il voto alla Madonna con la tradizionale processione de is cerus (le candele) che viene aperta da un cero alto due metri e mezzo: è un omaggio di ringraziamento della cittadinanza di Dolianova, alla quale il Comune di Donigala (prima dell’unificazione con Siurgus) donò le campane che abbelliscono il duomo del paese del Parteolla. Alla festa partecipano anche gli abitanti di altri centri vicini, tra cui Nurri e Orroli. Il rito si rinnova da oltre mille anni a questa parte.

Santi Cosma e Damiano: l’ultima domenica di settembre a Suelli si rinnova il culto per i due santi, che risale agli inizi del XVII secolo. I simulacri dei santi Cosma e Damiano vengono trasferiti dal paese alla chiesetta campestre a loro dedicata. Durante i tre giorni di festeggiamenti Comune e Pro Loco organizzano eventi folkloristici che richiamano numerosi visitatori.

Santa Mariedda: il 5 agosto, a Senorbì, poco prima del tramonto parte una processione dal paese, che si conclude sul colle a circa un chilometro dal paese, dove sorge l’antica chiesetta dedicata a Santa Mariedda.