Terme e Cascate

enfrit

terme-cascate_g.jpg
La Sardegna, pur avendo avuto problemi di carenza idrica, ha nel suo territorio sorprendenti risorse d’acqua. Fonti dal fascino incredibile, a volte inserite in posti inaccessibili, come quella di Su Gologone, cascate situate in zone impervie o addirittura nei centri urbani, come quella di San Valentino a Sadali, o sorgenti come quelle di San Leonardo, offrono ai visitatori stupendi giochi d’acqua, panorami suggestivi, scenari ideali dove fare escursioni o un pic nic. Si può godere, inoltre, del potere benefico delle sorgenti termali, sfruttate sin dall’età del Bronzo. Oggi, a disposizione dei visitatori, si trovano stabilimenti termali moderni e rinnovati in diverse zone dell’isola.

Laguna di Santa Caterina, zona umida di grande interesse

Laguna di Santa Caterina, zona umida di grande interesse

Nelle vicinanze di Tratalias si trovano una serie di zone umide di grande interesse naturalistico che si sviluppano lungo la costa sulcitana. Sono la laguna di Santa Caterina, le saline di Sant’Antioco, lo stagno di Porto Botte, lo stagno di Porto Baiocco e gli stagni di Porto Pino

Abbeveratevi alla fonte di Gutturu Pala

Abbeveratevi  alla fonte  di Gutturu Pala

Il Sulcis-Iglesiente, per la natura delle sue rocce, è ricco di sorgenti d’acqua. Situata vicino alla grotta di Su Mannau (Fluminimaggiore), tra le montagne calcaree che attirano ogni anno migliaia di turisti, è possibile ammirare la sorgente di Gutturu Pala. A fianco (…)