Nuraghi

enfrit

nuraghi.jpgI nuraghi sono conosciuti ovunque come il simbolo della Sardegna.
Elemento architettonico presente solo nell’isola, fu il centro della vita sociale degli antichi Sardi e diede il nome alla loro civiltà, quella nuragica.
I nuraghi, risalenti al II millennio a.C., sono torri in pietra di forma conica con camera interna coperta con volta a falsa cupola o tholos.
Diffusi in tutta l’isola, se ne contano circa 7.000, o 8.000 secondo altre fonti, in media uno ogni 3 chilometri quadrati, ma si suppone che in passato fossero più di 20.000.
I nuraghi costituiscono i monumenti megalitici più grandi e meglio conservati di tutta l’Europa.
Nel 1997 i nuraghi, e con essi la civiltà nuragica, sono stati classificati dall’Unesco come patrimonio dell’umanità. Su Nuraxi, città nuragica nei pressi di Barumini, nella provincia del Medio Campidano, è stato riconosciuto come l’esempio più importante e rappresentativo dell’architettura nuragica.