Architettura e musei

enfrit

architettura.jpgL’architettura tipica sarda ha delle linee proprie, che si distinguono da quelle del resto della penisola. L’architettura abitativa tradizionale è evidente ancora negli stazzi del nord dell’isola, esempi di architettura rurale sviluppati linearmente su un piano, nelle abitazioni alte a due piani delle zone montane, costruite in pietra e legno, e nelle case a corte in “ladiri” (mattone in terra cruda mista a paglia) del Campidano. Castelli, chiese, monumenti ed edifici deputati ai più diversi usi, esprimono l’identità isolana attraverso il loro stile e i segni delle influenze subite nei secoli da parte dei conquistatori. Musei e altri spazi espositivi sono interessanti per comprendere la complessità culturale e naturalistica dell’isola. Si tratta di strutture quasi sempre legate alla loro localizzazione geografica, pertanto strumenti di conoscenza da cui trarre utili chiavi di lettura per interpretare le peculiarità di questa terra.

Chiesa di Sant’Antonio Abate di Orosei

Chiesa di Sant’Antonio Abate di Orosei

Credits: www.wikimedia.org

Questa bellissima chiesa si trova all’ingresso del paese di Orosei ed è probabilmente di origini pisane. Nel cortile si trova infatti la torre pisana, uno dei resti delle fortificazioni che proteggevano il centro abitato.

Casa Museo di Grazia Deledda, esempio tipico di abitazione nuorese

Casa Museo di Grazia Deledda, esempio tipico di abitazione nuorese

Casa Museo di Grazia Deledda – Ingresso Museo Etnografico
www.parchiletterari.com

La casa dove visse il premio Nobel per la letteratura Grazia Deledda, risale all’Ottocento. E’ situata nel quartiere storico di San Pietro, dove abitavano i pastori, ed è un esempio tipico di abitazione nuorese del ceto benestante. Ha tre piani e corti interne al piano terra.