Castelli

enfrit

castelli.jpgIn Sardegna oggi sono presenti i resti di diversi castelli, ma solo uno, quello di Sanluri, è intatto. Alcune fortezze sono state erette nella prima età bizantina (VI-VII sec.), altri castelli sono d’impianto giudicale (XI-XII sec.), altri ancora sono stati ristrutturati o edificati dai signori genovesi e pisani dopo la caduta dei giudicati di Cagliari e Torres, poco dopo la metà del XIII sec.. Ci sono fortezze costiere e altre collocate lungo quelli che un tempo erano i confini tra giudicati e (metà del XIII sec.) lungo quelli fra il giudicato di Arborea e le terre controllate da famiglie di origine ligure o toscana e catalana (solo dal XIV sec.). Da ricordare sono le opere di fortificazione dei principali centri urbani (vedi gòi esempi di Cagliari e Iglesias). In epoca spagnola venne portata avanti un’opera di fortificazione a difesa delle coste con la costruzione di torri e fortezze, diverse visibili ancora oggi.

Castello della Fava, simbolo imponente dell’epoca giudicale

Castello della Fava, simbolo imponente dell’epoca giudicale

Il castello risale al XII sec. ed è un simbolo imponente dell’epoca giudicale in Sardegna, l’ultimo periodo di autonomia dell’Isola prima della conquista aragonese. In quel periodo Posada divenne capoluogo della curatoria omonima del Giudicato di Gallura e venne dunque dotata di un baluardo difensivo.