La Costa

enfrit

la-costa
Frastagliatissima, è senza dubbio il maggiore fattore attrattivo della Sardegna. Ce n’ è davvero per tutti i gusti. La costa ovest presenta tratti di falesie a picco sul mare e tratti con spiagge molto lunghe contornate da alte dune. Non manca qualche piccola caletta tranquilla. Data la frequenza dei venti da ovest, è la preferita dai surfisti, ma ha l’inconveniente di avere subito l’acqua alta. La costa est è molto più variegata, visto che si possono scegliere ampie spiagge, tante calette, alcune raggiungibili solo dal mare, e baie molto mondane inserite in fiordi granitici. A nord e a sud, oltre a una buona alternanza di spiagge, calette e scogliere, si trovano le isole minori: l’arcipelago Sulcitano a sud, l’Asinara e l’arcipelago della Maddalena a nord.

La spiaggia del principe

La spiaggia del principe

La spiaggia del Principe prende il suo nome dal Principe Aga Khan IV, storico fondatore della Costa Smeralda, che pensava che questo angolo di sabbia e mare fosse il più bello della zona. È anche conosciuta dai sardi come la Spiaggia di Portu Li Coggi. La sua bellezza si deve ai suoi due tratti di sabbia fine, separati da un promontorio di rocce di colore rosa, dove cresce una lussureggiante…

I fondali marini di Bosa, uno scenario unico

I fondali marini di Bosa, uno scenario unico

Bosa offre agli appassionati scenari sottomarini da sogno ed è pertanto molto ambita da chi pratica le immersioni. Intorno all’arcipelago chiamato Corona Niedda si trovano infatti pareti rocciose che scendono a picco a 60-70m e un tempo erano ricoperte di coralli. Tavolati rocciosi si alternano a distese sabbiose dove cresce la Poseidonia oceanica, anfratti nascosti e secche come su puntillone ospitano organismi marini dai colori vivaci.