Tradizioni

enfrit

tradizioni_g.jpgVariopinte e multiformi, le tradizioni popolari sono tutt’oggi profondamente radicate nella cultura sarda e ne esprimono la forte identità. Processioni, tornei dalle atmosfere medievali, acrobazie spericolate a cavallo, carnevali antichi, sono alcuni dei riti che da secoli si ripetono con le stesse modalità. Non mancano poi altre sagre dedicate alle migliori specialità enogastronomiche locali. I sardi sono profondamente cristiani, ma molte feste e tradizioni si rifanno ad un passato pagano. Ad ogni modo, di feste e celebrazioni legate al culto cristiano e non, il calendario sardo ne è ricco. Alcune di queste sono derivate dai lunghi secoli di dominio spagnolo, il cui influsso è particolarmente evidente nelle celebrazioni pasquali di molte città, Castelsardo ad esempio. Un capitolo interessante della tradizione sarda è costituito dalle leggende, antiche e recenti, che avvolgono di magia l’antichissima isola.

Il Carignano del Sulcis

Il Carignano del Sulcis

Qualche settimana fa nel Sulcis e in tutta Sardegna si è tenuta, come ogni anno, la vendemmia: capolinea di un anno intero e l’inizio di tutto… perché non è semplice la trasformazione dell’uva in un buon vino, anzi, è un’operazione abbastanza complicata e molto, molto delicata.

Il palio di Fonni, secondo in Italia

Il palio di Fonni, secondo in Italia

Credits: www.wikipedia.org / Giovanni Atzeni

Il palio è secondo in Italia solo a quello di Siena. Il palio si svolge la prima domenica di agosto e attira ogni anno moltissimi curiosi. Alla gara partecipano anche fantini di comuni esterni alla Sardegna, ognuno contraddistinto dai colori del suo comune di appartenenza.