enfrit

Il villaggio nuragico Tiscali, roccaforte facilmente difendibile e nascosta agli occhi indiscreti

Interno della dolina del sito archeologico di Tiscali

Interno della dolina del sito archeologico di Tiscali

Il villaggio nuragico di Tiscali si distingue da tutti gli altri presenti in Sardegna per una caratteristica unica: è costruito infatti all’interno di una dolina carsica sulla cima del monte omonimo, invisibile dall’esterno. Una roccaforte facilmente difendibile e nascosta agli occhi indiscreti.

All’interno della fenditura è cresciuto anche un antico bosco di lecci e lentischi che conferisce un fascino senza confronti al posto. Le capanne sono circa 40, di forma circolare o rettangolare, costruite col basamento in pietra e le pareti in piccole pietre e malta di fango: sono divise in due gruppi forse di diversi periodi, uno a destra e uno a sinistra di chi osserva. Il gruppo sulla sinistra è quello maggiormente conservato, con parte dei muri ancora integri e gli architravi in legno di ginepro.

Una parete della dolina ha un’apertura da cui si vede tutta la valle di Lanaittu e serviva probabilmente a controllare il territorio circostante. La fondazione del villaggio è ancora misteriosa, ma probabilmente risale ad epoca tarda e costituiva l’estremo rifugio degli indigeni contro l’invasione romana.

Come arrivare

Si arriva da Nuoro percorrendo la SS129, superata Oliena si prende la strada per Dorgali e si va in direzione Su Cologone, da qui si prosegue verso la Valle del Lanaittu e in direzione Sud per il Monte Tiscali. La visita è a pagamento ed è possibile fare visite guidate.

Foto: www.wikipedia.org

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS