enfrit

La chiesa di Nostra Signora delle Grazie a Sanluri

Nostra Signora delle Grazie

Nostra Signora delle Grazie

Le chiese di Sanluri costituiscono un notevole patrimonio monumentale. La parrocchiale di Nostra Signora delle Grazie si trova a poca distanza dal castello, nel centro storico. La chiesa, dedicata alla Vergine delle Grazie, sorge su un’altra preesistente, risalente al XVI secolo. Di questa conserva solamente la parte inferiore del campanile, in quanto fu incorporata nella ristrutturazione fatta a fine Settecento.

La ristrutturazione venne eseguita in base ad un progetto dell’architetto Carlo Maino, collaboratore dell’architetto regio Giuseppe Viana, che ebbe l’incarico nel 1776 visto che la chiesa era diventata troppo piccola e vecchia per la popolazione che continuava ad aumentare. Si ricostruirono zona del presbiterio e cupola.

La chiesa tardo-barocca venne ultima tra il 1792 e il 1794, con ulteriori trasformazioni e ampliamenti ad opera di Gerolamo Massei.
La facciata è imponente con una grande portale centrale e due porte laterali. La torre campanaria, a pianta quadrata, si trova sul lato destro, leggermente indietro rispetto al prospetto. La parte originaria è in stile gotico-catalano, mentre quella sovrastante è tardo barocca e termina con una piccola cupola ottagonale.

All’interno presenta una pianta longitudinale divisa in tre navate più il transetto, dove si aprono due grandi cappelle dedicate a Sant’Antonio da Padova e San Sebastiano. Nella chiesa è conservato il Retablo di Sant’Anna (1576), polittico tardo – cinquecentesco (tempera su tavola).

Condividi

  • Facebook
  • Twitter
  • Delicious
  • LinkedIn
  • StumbleUpon
  • Add to favorites
  • Email
  • RSS